GENNARO CANNAVACCIUOLO

 

1 - Quando ha compreso che il teatro sarebbe stato il suo "habitat naturale"?

Dall'età di soli cinque anni ho capito, che il teatro sarebbe stato il mio "habitat, direi... naturalissimo". Così bambino, interpretai a scuola, dietro richiesta delle suore, presso le quali studiavo, il ruolo di un piccolo mandarino cinese in una recita dedicata al carnevale. Il mandarino... mi aprì la strada... (frequentavo la primina elementare).

 

2 - Lei è considerato uno degli ultimi grandi eredi della scuola teatrale di Eduardo De Filippo. Come è avvenuto l'incontro con il Maestro?

 

L'incontro con il grande Maestro avviene esattamente nella primavera del 1975, nel suo camerino del teatro Eliseo, dove recitava la commedia "GLI ESAMI NON FINISCONO MAI". Allora ero solo uno studente, ma come già detto prima, con le idee molto chiare su quello che avrei fatto da grande. Tanto è vero che solo cinque anni dopo entravo a far parte della compagnia di teatro di Luca De Filippo (suo figlio) e, il regista della nuova compagnia era Eduardo De Filippo. Rimasi in compagnia per quattro stagioni, partecipando a ben sei allestimenti di commedie di Eduardo e Di E.Scarpetta. Lasciai la compagnia due mesi dopo la morte del Maestro.


3 - "Volare" è uno spettacolo nato ben ventitre anni fa. Nel corso degli anni ha apportato modifiche, o sostanzialmente è rimasto inalterato?

 

Lo spettacolo "VOLARE" sostanzialmente non ha subito grandi revisioni come testo, ma sicuramente le modifiche sono nelle mie intenzioni interpretative, cioè più intensità e maturità.


4 - Che emozioni prova quando interpreta sul palco le canzoni di Domenico Modugno?

 

Amo cantare le canzoni di Domenico Modugno. Le emozioni che provo sono tantissime, come i colori di un caleidoscopio, ma come tali, forti e intraducibili.


5 - Ha in cantiere qualche nuovo progetto?

 

Ho in cantiere un altro progetto musicale, ma è ancora allo stato embrionale. Sicuramente la prossima stagione sarò in tournèe ancora con VOLARE e spero ancora di Volare per molto.

GRAZIE.

 

Piccola Biografia

 

Gennaro Cannavacciuolo è artista di teatro, formato presso la Scuola di Eduardo de Filippo e, successivamente, a fianco di Pupella Maggio, collezionando successi e scritture prestigiose.

Cannavacciuolo è l’ultimo erede di questa grande scuola teatrale di un tempo, che lo rendono capace di affrontare il comico, il tragico, il cabaret, la rivista.

 

Intervista a cura di Giovanna Amoroso